Erasmus plus

2 February 2015
Admin
Approfondimenti –
Mettiamo a disposizione la registrazione di un’intervista a Ferdinando Cabrini, esperto di progettazione europea, sul Programma Erasmus plus.

 

 Il Programma, che è  aperto a organizzazioni che operano nel settore dell’istruzione, della formazione, dei giovani o dello sport, rappresenta un motivo di grande interesse per le scuole.
Secondo quanto si legge sul sito italiano dedicato, Erasmus+ integra i precedenti Programmi e si concretizza in tre attività chiave che sono trasversali ai diversi settori: Mobilità individuale a fini di apprendimento, Cooperazione per l’innovazione e lo scambio di buone pratiche, Riforma delle politiche
Gli aspetti maggiormente innovativi del nuovo programma sono:
– Maggiore collegamento con le priorità europee: eccellenza nell’istruzione e nella formazione; riduzione dell’abbandono scolastico; competenze trasversali per l’occupabilità (spirito di iniziativa, competenze digitali e linguistiche); riduzione del numero di adulti con basse qualifiche; TIC e risorse educative aperte; rafforzamento del profilo professionale degli insegnanti
– Partnership tra pubblico e privato; apprendimento sul luogo di lavoro
– Partenariati strategici per le scuole, in vista di sinergie con il mondo universitario e le imprese
– Prestiti d’onore destinati agli studenti dell’istruzione superiore iscritti al secondo ciclo
– Migliore preparazione linguistica dei partecipanti alla mobilità
– Maggiore supporto a partecipanti provenienti da contesti socioeconomici difficili e gruppi svantaggiati
– Nuove forme di mobilità (blended: fisica + virtuale)
“Per la prima volta saranno concessi finanziamenti non solo ad università e istituti di formazione, ma anche a nuovi partenariati innovativi, le cosiddette “alleanze della conoscenza” e “alleanze delle abilità settoriali”, che costituiranno sinergie tra il mondo dell’istruzione e quello del lavoro consentendo agli istituti d’istruzione superiore, ai formatori e alle imprese di incentivare l’innovazione e lo spirito imprenditoriale nonché di elaborare nuovi programmi e qualifiche per colmare le lacune a livello delle abilità.
In ambito sportivo, il programma si concentra su progetti transnazionali volti a sostenere gli sport amatoriali e ad affrontare le sfide transfrontaliere quali le partite truccate, il doping, la violenza e il razzismo, nonché promuovere il buon governo, la parità di genere, l’inclusione sociale e l’attività fisica per tutti.”
Nuovo sito dell’Erasmus plus
Tags: Erasmus,

No comments

Lascia un commento:

Your email address will not be published.